Pass

C Gold

MIN
0 0
FGM
0 0
FGA
0 0
FTM
0 0
FTA
0 0
3PM
0 0
3PA
0 0
OFF REB
0 0
DEF REB
0 0
AST
0 0
PF
0 0
TF
0 0
STL
0 0
TO
0 0
BLK
0 0
PTS
0 0

Riepilogo

Riepilogo

Pass: Procaccio 10, Argenti 18, Martino 11, Cianci 14, Parlato 20, Costet 4, De Santis 2, Lo Basso, Butteroni, Petrangeli.

Carver Cinecittà: Provvidenza 21, Afeltra 22, Pagnanelli 7, Manzotti 5, Ciancaglini 10, Fabrizi 6, Dinatale 6, Puglia n.e, Giampaolo 1, Riccardi. All. Tretta

La decide Parlato a 10 secondi dalla sirena l’ultima giornata di questa fase promozione. Due punti in palio privi di ogni significato sia per la Carver che per il Pass, rispettivamente ormai matematicamente dentro e fuori dai play offs, e gara quindi da onorare ancor più. E cosi infatti è stato, con 40 minuti intensi, piacevoli e di buon ritmo in cui ci si è anche divertiti: complimenti a tutti!!P

Partita vibrante dalla palla a due con un avvio sfavillante del Pass che ha mani calde dalla lunga e vola in transizione. Ospiti che arrancano e faticano a trovare giuste contromisure difensive oltre che maggiore incisività nell’altro lato del campo. Questa la fotografia dei primi 5 minuti. Poi la Carver comincia ad ingranare e piano piano risale la china riducendo un passivo pesantissimo fino al -5 sul quale arriva la prima sirena (27/22).

Secondo periodo che conferma il crescendo della Carver che sorpassa e in un amen impone un break altrettanto pesante (34/43) . Emorragia che viene parzialmente bloccata da un mini recupero del Pass che però non compensa una seconda frazione deludente rispetto all’avvio. Alla sirena la Carver è avanti 48/54.

Dopo l’intervallo le squadre sostanzialmente si annullano a vicenda. Botta e risposta animano la gara ma il Pass fa qualcosina in più, colma il distacco e aggancia la Carver chiudendo il terzo parziale avanti di un mini possesso (66/64).

Gli ultimi 10 minuti sono in fotocopia ma a situazioni invertite. Infatti, dopo una serie di sorpassi e contro sorpassi che rendono la gara emozionante, è la Carver che ribalta gli equilibri e si presenta con qualcosina in più negli ultimi 60″ (78/76).

È vero, si gioca con gli animi liberi da pressioni o condizionamenti visto che i due punti in palio non servono a nessuno, ma vincere è pur sempre vincere, obiettivo principale dopo quello di onorare ogni gara, e quindi ci si prova e ci si crede fino in fondo. È la sintesi della tripla di Parlato che a 10 secondi dalla fine ribalta ancora una volta tutto e regala ai sostenitori di via Tripolitania l’esultanza finale: 79/78.

Antonio Maiorana

Area Comunicazione Carver

Share on Facebook