C Silver

Vis Nova

MIN
0 0
FGM
0 0
FGA
0 0
FTM
0 0
FTA
0 0
3PM
0 0
3PA
0 0
OFF REB
0 0
DEF REB
0 0
AST
0 0
PF
0 0
TF
0 0
STL
0 0
TO
0 0
BLK
0 0
PTS
0 0

Riepilogo

Riepilogo

Carver Roma: Tretta 8, Porcaro 2, Riccardi 1, Fabrizi 3, Ciancaglini 14, Benincasa 7, Afeltra 11, Balboni 18, Pagnanelli 11, Salvatore, Stocchi 4, Vlad. All. Bramonti Ass. Rossi

Vis Nova: De Santis 5, Di Marino, Mastrelli 3, Baldrati 16, Rossi 10, Saccone 8, D’Ottavio, Chirichilli 9, Pierleoni 5, Spadafora, Casoni 6, Barbantini 1. All. Aloisio Ass. D’Annibale

Buona la prima per la Carver che rispetta imbattibilita e fattore campo ed infila 16 lunghezze al Vis Nova in una gara sempre condotta e sostanzialmente in assoluto controllo. Punteggio infatti mai in discussione per i ragazzi di coach Bramonti che partono concentrati e volano nel primo tempo per poi mantenere il vantaggio senza patemi. Vis Nova apparso poco lucido in fase difensiva e soprattutto in grande difficolta a rimbalzo, con tanti extra possesso concessi agli avversari che in alcune circostanze hanno sminuito il buon lavoro nel pitturato. Partita quindi in archivio: Carver 1 Vis Nova 0 e pronti per gara 2.

La gara.

Inizio vibrante alla tensostruttura con il tabellone subito sbloccato dalla tripla di Baldrati, restituita dall’altra parte da quella di Balboni. Ma il vero mattatore da li in poi è Ciancaglini che mette tre canestri di fila facendosi valere nel pitturato per il primo mini vantaggio Carver (11/3 al 3′) e che costringe Aloisio allo stop. Baldrati e Pierleoni appaiono i più reattivi mentre è ancora Ciancaglini a tirare la carretta biancorossa a conclusione del lavoro di squadra contro la difesa degli ospiti schierata ora a zona. A due minuti dalla prima sirena si sblocca Pagnanelli che piazza la bomba del +11 (20/9). Doppia cifra di vantaggio ridimensionata da Chirichilli in penetrazione ma ristabilita da Afeltra dalla linea della carità e consolidata poi da Pagnanelli da sotto per il 24/11 con cui si chiude il periodo.

Riavvio che regala tre minuti di vera confusione e punteggio ovviamente in stallo (28/17). Carver oltremodo imprecisa nonostante gli extra possesso di cui beneficia per un Vis Nova parecchio morbido a rimbalzo difensivo. Squadre che sembrano comunque tirare il fiato in una fase scarna di realizzazioni piu per demerito degli attacchi che per merito delle difese. Carver che si infiamma a meno di due minuti dall’intervallo approfittando della dormita sotto le plance di un Vis Nova che lascia ancora a desiderare a rimbalzo.  Balboni e Afeltra colpiscono dalla distanza mentre il giovane Stocchi fa la sua parte in penetrazione per il massimo vantaggio locale (40/22),  ridimensionato allo scadere da Chirichilli che piazza la tripla con fallo ma non trasforma il libero aggiuntivo (40/25).

Al rientro Aloisio spinge a gran voce i suoi e schiera la difesa a zona 3/2 per tenere il piu possibile i locali fuori e costringerli al tiro dalla lunga. Buona l’intenzione ma, se da un lato la Carver fa solo 6 punti in quattro minuti, dall’altro i suoi non migliorano in attacco e punteggio quindi arenato sul +16 per i locali (52/36). Carver che quindi trova le misure con una buona circolazione di palla e non perdona le occasioni concesse dalla lunga: Balboni infatti ne mette due di fila, seguito da Tretta. Rossi, Casoni e Saccone tengono a galla gli ospiti ed alla sirena il parziale è per la prima volta a favore dei ragazzi in gialloblu anche se con il minimo sindacale (60/46).

Ultimi 10 minuti che iniziano con la tripla di Fabrizi che fa sussultare le tribune di sponda Carver. Fabrizi che poi strappa applausi per un assist no-look che mette Stocchi solo sotto canestro. Carver che vola a +20 al 4′ (68/48) e che, nonostante il canestro da sotto di Chirichilli, appare in totale controllo. De Santis dalla lunga riaccorcia il gap mentre ancora Chirichilli realizza due liberi per un antisportivo fischiato a Tretta (68/56). Gialloblu che recuperano qualcosina ma Benincasa e Afeltra ci mettono un attimo a ristabilire la distanza di sicurezza (78/60 all’8′) ed avviare i titoli di coda. Finisce 79/63.

Antonio Maiorana
Area Comunicazione Carver

Share on Facebook