C Silver

Ferentino

MIN
0 0
FGM
0 0
FGA
0 0
FTM
0 0
FTA
0 0
3PM
0 0
3PA
0 0
OFF REB
0 0
DEF REB
0 0
AST
0 0
PF
0 0
TF
0 0
STL
0 0
TO
0 0
BLK
0 0
PTS
0 0

Riepilogo

Riepilogo

Carver Roma: Tretta 2, Porcaro, Puglia, Fabrizi 6, Ciancaglini 4, Giampaolo, Benincasa 9, Afeltra 15, Balboni 12, Pagnanelli 32, Salvatore, Vlad. All. Bramonti Ass. Rossi

Basket Ferentino: Guarino 3, Bondatti 2, Russo 1, Galuppi 16, Colagrossi, Fiorini, Carrizo 20, Chakir 17, Roffi, Coggiatti, Datuowei 9. All. Gigli Ass. Miglio

La Carver mette in cassaforte gara 1 battendo fra le mura amiche un buon Ferentino in una gara combattuta ma condotta dall’inizio alla fine senza particolare sofferenza. Non basta la grinta e la carica di coach Gigli e l’esperienza di Carrizo e Guarino contro una Carver  veloce, per lunghi tratti anche bella da vedere, che ha dimostrato ancora una volta la qualita di un collettivo solido che puo esprimersi sempre con elevati standard.

Gara molto sentita che parte con il freno a mano tirato per entrambe le squadre  Tabellone magro e punteggio che stenta a decollare con un esiguo 6/4 a favore dei locali al 5′ a dimostrazione di polveri ancora bagnate. Incontro che sale un po l’intensità negli ultimi due minuti dopo una bomba per parte firmate da Afeltra e Datuowei. Il 24 di Ferentino sbaglia pero l’azione successiva cercando un appoggio orizzontale intercettato da Pagnanelli che vola in contropiede. 20 romano che poi nell’ultimo possesso mette sulla sirena il canestro del +4 che infiamma le tribune e che corona per il beniamino di casa una prima frazione perfetta (17/13).

Carrizo piazza la bomba ma dall’altro lato Afeltra è altrettanto bravo in transizione e si continua a viso aperto con il punteggio che non schioda un possesso di distacco tra le due contendenti (21/18). Bel duello al 4′: da un lato il solito Carrizo dall’altro Afeltra, seguito poi da Pagnanelli che insacca facendo sussultare ancora i sostenitori di sponda Carver per il +8 al 5′ (28/20). Carver che poi stacca la doppia cifra di vantaggio con la bomba di Fabrizi subito ridimensionata da Carrizo dalla media, sicuramente il piu prolifico per Ferentino. Ospiti che poi però perdono un po il bandolo della matassa e subiscono in velocità un Pagnanelli strepitoso nel frangente. Coast to coast micidiale infatti con cui il 20 romano va a siglare il +15 (37/22) sul quale Gigli ferma il cronometro e ci parla su a meno di 3′ dall’intervallo. Due ottime penetrazioni di Galuppi rianimano il Ferentino che risale a -9 per il 40/31 con il quale si va al riposo.

Ripresa che inizialmente premia un Ferentino in recupero ma gli appoggi  dentro il pitturato per Chakir hanni vira breve. La Carver trova subito le misure e si spinge ib attacco portandosi in un amen in vantaggio. Tutti a segno i cinque biancorossi in campo a dimostrazione di un’ottima circolazione di palla e locali che staccano meritatamente il massimo vantaggio (55/37). Ferentino in grande difficoltà nel seguire a uomo Afeltra ma anche a sovrastare la fisicità di Benincasa e Ciancaglini sotto le plance. Gara che quindi si infiamma: Ferentino passa a zona e ci mette più grinta; Carver che non molla. Squadre in bonus e ospiti che rosicchiano qualcosa a gioco fermo e con Galuppi in penetrazione, ma alla terza sirena i locali chiudono comunque con un buon margine (60/47).

Ultimo periodo e primi 3′ di confusione da ambo le parti. Punteggio che si muove poco (63/48) fino alla tripla di Carrizo che poi nell’azione successiva perde palla e favorisce il contropiede avversario. Si va quindi avanti botta e risposta: Galuppi in penetrazione da una parte e Pagnanelli che spegne subito l’entusiasmo ospite con la tripla dall’altro. Ancora Carrizo restituisce dalla lunga e tiene botta per un Ferentino che ce la sta mettendo tutta per un recupero che al momento appare comuqnue difficoltoso. A 4′ dalla sirena la Carver è infatti sopra di 12 con Pagnanelli che poi mette la tripla del +15 (73/58). Galuppi accorcia ancora in contropiede ma i ragazzi di Bramonti non concedono molto e tengono botta dando l’impressione di poter controllare il match come infatti avviene. Alla sirena è 80/68: gara 1 alla Carver.

Antonio Maiorana

Area Comunicazione Carver

Share on Facebook